TIPRANAVIR Effeti Indesiderati e Collateralli

Che cos’e TIPRANAVIR?


Tipranavir è un digidropirone contenente sulfonamide e un inibitore non peptidico della proteasi che ha come bersaglio la proteasi dell’HIV. Viene somministrato con ritonavir in terapia di associazione per trattare le infezioni da HIV.

Dove vienne usata TIPRANAVIR?

Per il trattamento antiretrovirale di combinazione di pazienti adulti con infezione da HIV-1 con evidenza di replicazione virale, che sono altamente esperti nel trattamento o che hanno ceppi di HIV-1 resistenti agli inibitori multipli della proteasi.

TIPRANAVIR Precauzioni

  • Nessuna Precauzione Speciale

Effeti Indesiderati e Collaterali di TIPRANAVIR

  • Nessun Effetto Collaterale

Sicurezza di TIPRANAVIR

GRAVIDANZA – SICURO
ALLATTAMENTO – SICURO
PEDIATRICO – SICURO
ANZIANI – SICURO
INSUFFICIENZA RENALE – SICURO
INSUFFICIENZA EPATICA – SICURO
INSUFFICIENZA POLMONARE – SICURO

Reazioni di TIPRANAVIR


Nessuna Reazione Crociata

TIPRANAVIR Dosagio


Con Ritonavir A Basso Dosaggio, 500 Mg Due Volte Al Giorno; Sicurezza E Efficacia Dei Bambini Non Stabilite

Nomi commerciali di TIPRANAVIR in Mercato:


TIPRANAVIR si può trovare in farmacia con questi nomi:
APTIVUS da BOEHRINGER INGELHEIM-BP come CAP – 250MG
e può essere usato per
ADULTO – 500 MG (DUE CAPSULE DA 250 MG O SOLUZIONE ORALE DA 5 ML) SOMMINISTRATO CON 200 MG DI RITONAVIR, DUE GIORNALIERE. PEDIARTRICO – 14 MG / KG CON 6 MG / KG RITONAVIR (O 375 MG / M² CO-AMMINISTRATO CON RITONAVIR 150 MG / M²) PRESO DUE VOLTE GIORNALIERE


APTIVUS – (UK) da BOEHRINGER INGELHEIM-BP come CAP – 250 MG
e può essere usato per
ADULTO – 500 MG (DUE CAPSULE DA 250 MG O SOLUZIONE ORALE DA 5 ML) SOMMINISTRATO CON 200 MG DI RITONAVIR, DUE GIORNALIERE. PEDIARTRICO – 14 MG / KG CON 6 MG / KG RITONAVIR (O 375 MG / M² CO-AMMINISTRATO CON RITONAVIR 150 MG / M²) PRESO DUE VOLTE GIORNALIERE


Come funziona TIPRANAVIR?

Tipranavir (TPV) è un inibitore non peptidico della proteasi dell’HIV-1 che inibisce il trattamento delle polipoteine ​​virali Gag e Gag-Pol nelle cellule infette da HIV-1, prevenendo così la formazione di virioni maturi. Due meccanismi sono suggeriti per quanto riguarda la potenza di tipranavir: 1. Tipravanir può legarsi al sito attivo dell’enzima proteasi con un minor numero di legami idrogeno rispetto agli inibitori della proteasi peptidica, il che si traduce in una maggiore flessibilità, permettendogli di adattarsi al sito attivo del enzima nei virus che sono diventati resistenza ad altri inibitori della proteasi. Ciò consente inoltre a tipranavir di adattarsi alle sostituzioni di aminoacidi nel sito attivo. 2. La forte interazione del legame idrogeno di Tipranavir con la spina dorsale ammidica del sito attivo della proteasi Asp30 può portare alla sua attività contro i virus resistenti.

STRUTTURA MOLECOLARE


Per Altri Effeti Indesiderati visita nostro home pagina

Lascia un commento